Giugno, luglio e agosto covid-mio non ti conosco!

Ho iniziato chiedendo aiuto ad un proverbio per sdrammatizzare il momento difficile.  
La premessa è di cercare di rasserenare, rasserenarci tutti insieme comunicando, per quanto possibile, cosa fare per trascorrere la vacanza in tutta sicurezza. È normale che la tranquillità “va a braccetto” con il rispetto dei principi, dei consigli e la collaborazione di tutti.

Sole, mare, acqua pulita, mangiare bene, scherzare, bere un drink insieme, rigenerarsi saranno possibili in tutta normalità. Una normalità “diversa” ma comunque efficace nello sciacquare via tutto lo stress pregresso, sia esso tradizionale che quello accentuato dal dilemma “vado o non vado in vacanza? Vadi … Vadi pure!

“Comprendere insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, collaborare insieme sarà un successo!”

Sicurezza in 10 punti

1 – Più chiarezza = più sicurezza. 
Saranno affisse delle informazioni in modo che tutti sappiano cosa e come fare. Se tutti siamo sereni, perché certi di come comportaci per la sicurezza propria e altrui, allora tutto sarà più semplice e rassicurante!  

2 – Procedure snelle e sicure per il check-in e il check-out

Le fasi di check-in e check-out potranno essere eseguite, anche, online, limitando al massimo il contatto fisico. Ci sarà una procedura di controllo e sanificazione della zona reception e delle chiavi, nel caso non fossero tenute per tutte il soggiorno, costante e metodica.

3 – Distributori di gel sanificanti
In tutte le zone nevralgiche dell’hotel saranno installate delle colonnine con dispenser sanificante anti-covid: ingresso e uscita hotel, hall, ingresso ristorante, bar ed in ogni piano. Predisponiamo un angolo – Covid-free – dotato di guanti, spruzzini con liquido alcolico sanificante per disinfettare oggetti personali, chiavi o quant’altro.

4 – Collaboratori gentili, rassicuranti e competenti

Un corso specifico per tutto il nostro staff permetterà di ridurre al minimo o azzerare il rischio di contagio. Ogni collaboratore sarà dotato di un kit di emergenza, sia ordinaria che straordinaria, certificato dal protocollo DPI (Dispositivo Protezione Individuale)

5 – Monitoraggio del personale

Costantemente e metodicamente saranno effettuati controlli dello stato di salute di tutto lo staff e dello stato di immunizzazione. È interesse comune essere sempre controllati per il bene di sé stessi e dei nostri clienti.

Fornitori e zone di interscambio – abbiamo già individuato delle zone preposte e procedure adeguate, anti-contagio, per il mantenimento della distanza e della sicurezza.

6 – Colazione

Un servizio predisposto con distanziamento appropriato e con procedure sicure, ma non invadenti, garantirà un buon inizio di giornata ed una sana, genuina e sicura colazione. All’ingresso sarà riposto, ovviamente, un dispenser in modo che ogni cliente abbia le mani sanificate.

Al bar, il distanziamento e la massima attenzione del lavaggio mani, prima di effettuare qualsiasi contatto con tazzine o bicchieri, permetterà di prenderci un bel caffè ed un ammazzacaffè. Ovviamente, tutto sarà lavato esclusivamente con prodotti sanificanti.  

7 – Ristorante

Un distanziamento adeguato e una collaborazione tra lo staff e i clienti porteranno ad un ristoro al pieno delle attese. I camerieri saranno dotati di un kit necessario alla prevenzione. Attenzione, ci sarà una maniacalità anche nel back-stage. È inutile fare il preciso davanti se non si rispettano i principi di igiene e sanificazione anche dietro le quinte.

8 – Pulizia e Sanificazione della camera

Alle procedure di pulizia tradizionali si assocerà una sanificazione mirata anti-covid in ogni superficie (anche interruttori, maniglie telecomandi e corda della tapparella) che sarà eseguita quotidianamente per garantire la massima sicurezza. Coloro che vorranno, coadiuvati dallo staff e muniti di kit bagno e biancheria, potranno rifarsi la stanza da soli. Il lavaggio e la disinfezione della biancheria saranno certificati essendo affidati ad una azienda leader nel settore della zona.

9 – Prenotazioni più flessibili

È nostra intenzione non appropriarci della caparra. Nel caso il soggiorno non venisse goduto quest’anno, la somma versata
rimarrà congelata per 2 anni, per vacanze future anche per ponti o week-end. Inoltre, per agevolare ancora il cliente, quest’ultimo potrà girare la caparra a parenti, amici o a terzi.

10 – Spiaggia

Marotta a differenza di altre zone, che io chiamo “turistifici”, si è distinta negli anni per il non affollamento delle spiagge e delle distanze confortevoli tra gli ombrelloni. Per di più, quest’anno adotteremo quanto necessario per l’emergenza. Sottolineo però che il nostro scopo è di farvi rigenerare, rilassare e trascorrere una vacanza piacevole. Inoltre, che non serve ma aiuta, Marotta è insignita della Bandiera Blu. Acque pulite, servizi, distanze e vero, vero relax.

“The last but not the least” – per ultimo ma non meno importante
Sempre sul pezzo! Nel caso ci fosse un oggettivo miglioramento dell’emergenza saremo ben contenti e felici di “allentare le briglie”